‘Freiburg. Nello studio di Michael Ott, quando la realtà conserva il ricordo.’